verticale di zucca – ‘Pumkingburger’ con cipollotto e olive taggiasche (ricette on demand 3/4)

Posted by on Ott 27, 2010 in Ricette | 12 Comments

Pumkingburger - guud fuudCarne o pesce? Ci ho pensato parecchio e alla fine mi sono convinto, carne: “pumkingburger”, hamburger con zucca, cipollotto e olive.

INGREDIENTI per 4 persone

  • 650 gr di carne di manzo macinata (meglio se battuta tipo tartare)
  • 150 gr di zucca
  • olive taggiasche, una decina
  • un cipollotto di media dimensione
  • olio evo
  • sale
  • pepe

COME PROCEDERE

Tagliate in pezzi piccoli, tipo brunoise, la zucca, le olive e il cipollotto. Unite il tutto alla battuta di carne e aggiungete, secondo il vostro gusto, una spruzzata di pepe macinato a fresco. Impastate, coprite con la pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero affinché i sapori si amalgamino fra loro (2/3 ore possono andare bene).

Punkingburger Trascorso il tempo necessario formate, aiutandovi con un coppapasta, i vostri hamburger, compattate la carne e cuocetela in padella con un velo d’olio evo. Salate, aggiungete un giro d’olio a crudo e servite con un contorno di chips di zucca (se state seguendo la verticale potete usare quelle preparate per l’aperitivo)

ABBINAMENTO

Vino
Preseguirei con il Sauvignon della vellutata. Se preferite passare ad un rosso vi consiglio un Cabernet Sauvignon.
Birra
Se preferite la birra, anche in questo caso suggerisco di continuare con quella che avete gustato con la portata precedente.

Did you like this? Share it:


12 Comments

  1. Nicolo'
    ottobre 27, 2010

    Sembra una squisitezza!
    Io al posto delle olive avrei messo del formaggio grana a scaglie e avrei inserito il tutto dentro un bel panozzo, con l’aggiunta di un bel trito di radicchio rosso e magari maionese, circondato dalle favolose chips di zucca che hai suggerito nella ricetta iniziale!!!
    Che fameee!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. JLG
    ottobre 27, 2010

    Non male l’idea del formaggio a scaglie… ne terrò conto per una variante.

  3. Ale
    ottobre 27, 2010

    mi ritrovo a leggere e sbavare… buon segno, no? peccato trovare a malapena il tempo per fare un risotto allo zafferano con la pentola a pressione (sigh)
    vorrà dire che le delicatessen verrò a mangiarle a casa tua!

  4. ste
    ottobre 27, 2010

    scusa Ale, non ci conosciamo, ma mi é venuta la curiositá.. come si fa un risotto con la pentola a pressione? non lo puoi girare, immagino.. non si attacca?

  5. Ale
    ottobre 28, 2010

    no, non si attacca se ci metti poca acqua e lo lasci dentro per il tempo giusto.
    E poi, si sa, il risotto non bisogna girarlo troppo.
    Allora, fai soffritto in olio EVO (figo, questo nome anticato per l’olio d’oliva) di scalogno (o cipolla) e, se vuoi, aggiungi verdura come zucchine, o verza, o piselli etc etc. Aggiungi il riso, giri e fai tostare un attimino. Io per 3 persone metto 7 pugni di riso e 3 bicchieri e 1/2 bicchieri di brodo FREDDO.
    lasci cuocere x 5 minuti dall’inizio del fischio, apri, aggiungi zafferano, se vuoi, e grana grattuggiato oppure crescenza, che rende il risotto cremoso e buonissimo.
    …fame….
    Si vabbè, ma la ricetta del risotto nella pentola a pressione di fianco alla verticale di zucca è così proletaria!!!

  6. Ale
    ottobre 28, 2010

    ah, essendo così proletario, si consiglia di accompagnare il piatto con un bel bicchierozzo di acqua del rubinetto!

  7. JLG
    ottobre 28, 2010

    @ Ale
    Son sempre stato un po’ reticente nell’utilizzare la pentola a pressione ma credo proprio che proverò il metodo…

  8. Bina
    ottobre 28, 2010

    Vado a fare la spesa per provare anche io (anche la vellutata). (un più: bella e chiara l’impaginazione della ricetta per lanciare la stampa)

  9. jocelyne valentin
    ottobre 29, 2010

    super votre site je suis une pationnee de cuisine 43 de cuisine jai connue votre site graca a votre frere christian je suis une de ces patiente et pendant la sceance nous parlons de cuisine
    amicalement jocelyne

  10. Guud Fuud
    ottobre 29, 2010

    @ Jocelyne
    Merci, gentil de votre part… Je suis content que vous aimiez mon site. Je suis désolé, mais jusqu’à présent, toutes les recettes sont en italien mais je suis sure que Christian pourra les traduire. Donc n’arrêté pas de me suivre

  11. valentin jocelyne
    novembre 2, 2010

    bonsoir
    j’ai de la chance avec un de mes ordinateur je peus faire la traduction vous jouez beaucoups et je trouve fameux
    la presentation aujourdh’ui dans la mini cocotte VERZINI IN ZUPPA excellent
    bonne soirée
    jocelyne

  12. Giudit
    novembre 3, 2010

    Arriva un bastimento carico carico di…